.
Annunci online

lecronachediunernia il blog di Emma Santo
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


26 luglio 2009
c'era una volta. ora ce ne sono due
due volte che mi alzo con il capogiro, il letto ruota in senso antiorario così le lancette s'impiccano ed io resto dormiSveglia e penso penso - due volte - che mondo sarebbe se:

gli occhi si spalancassero su un cielo d’alghe e su un mare di stelle, sul sol che ruggisce al leone e la luna che va di traverso al cane che le abbaia contro e muore contento, perché voleva quella luna e ora ce l’ha per sempre dentro.

due volte mi hai detto di camminare a testa alta, e due volte l’ho persa nel becco di un gabbiano poco attento. si è voltato e mi ha detto: “colpa tua che affidi i tuoi pensieri al vento!”. sei inciampato e mi hai detto: “la testa non conta, bada al portamento”!

due volte ho giocato con il suo cuore. mi rincorreva da anni, lo assassinavo da ore. mi disse: “baciami adesso che non ci vede l’amore”. risposi con un sospiro improvvisato, gli sfilai una lacrima dalle ciglia e battezzai i miei ormoni dentro una pinta di peccato.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sole amore cuore

permalink | inviato da unernia il 26/7/2009 alle 11:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
22 giugno 2009
Mi
Mi farò crescere i capelli,
e ce li avrò rossi come il vino
, come le ciliegie spremute al mattino
, come le lacrime di una lumaca che ha perso la casa sul mio cuscino

Mi farò morire una rosa sul letto,
la farò battere stringendola al petto
fino al dodicesimo rintocco della luna
che cadrà ai piedi del buio, munta da occhi accesi
come lampioni che ridono di lei
, della terra che non si prende sul serio
, di una giostra che sale su di me

.

mentre salto su una tarantella, che intono senza te.





permalink | inviato da unernia il 22/6/2009 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
5 marzo 2008
revival #1
                                                                                     [lui&lei]

 
Bussò alla sua porta
nascosto nel cappello di un passante

- dalle fessure del giorno il sole spiava -

lei gli versò ricordi senza zucchero
sulle sue mani giunte

- tuffandosi in acqua, il tramonto indugiava -

e lui strangolò il tempo
e la invitò a ballare

e lei si strinse ai suoi occhi
per non cadere


e lui&lei si scambiarono il cuore


Bevevano illusioni alla menta
insultando il silenzio con frasi stonate

- al banchetto delle stelle la luna brindava -

lei lo spalmava di sorrisi
bendando di seta grezza pensieri slacciati

- sparata da Giove la notte moriva -

e lui si infilò una scusa
scappando da un amore infedele

e lei si ubriacò di lacrime
svenendo sopra un letto di mine

e lui &lei si strapparono il cuore


e lui, i tuoi sospiri
e lei, il mio dolore


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lui lei

permalink | inviato da unernia il 5/3/2008 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
23 febbraio 2008
magnolia
fin qui non posso.
girotondo di crisalidi sulla nuca spoglia
solletica frasi sotto le coperte della memoria
e la schiena inarca fremiti

fin qui non voglio.
farneticano doglie le coinquiline del vento
i giorni insensati non hanno alibi
lasciate i vostri sogni agli aquiloni insonni

fin qui non sono.
domani ho visto le ceneri del sole
ubriacami di polline, svelto [!]
oggi fu colto. ieri è un petalo che sviene



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. versi magnolia

permalink | inviato da unernia il 23/2/2008 alle 0:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
12 ottobre 2007
.e.
.e non mi resta che ridere delle tue unghie che usi come lame tra le costole.
 
/dillo che non ti fidi delle fragole
/dillo che hai una bugia sotto il mento
.
tagliami una fetta di questo gioco condito con alibi perfetti per una notte che non ha diritto di replica su nessuna stella.

[sei solo alito di mare tra le spoglie di una silenziosa conchiglia]


.e la luna non reclama il cadavere del sole.

basterebbe che le tue lacrime colassero  in taniche rivestite di velluto,
come le mani che ti hanno spalato il fango dagli occhi/
che non tremano quando la luce smette di danzare alla corte delle palpebre innevate.

volevi che la vita mordesse girasoli, volevi che la fragilità nn dormisse nel tuo letto, volevi battere a scacchi il demone che fa oscillare il pendolo corrotto

[ma sei salito su una nuvola senza fiato
e precipiti sull'asfalto dal sorriso sbiadito]



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fragole

permalink | inviato da spunza il 12/10/2007 alle 23:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE